Hotel Bologna

Il biologico a Bologna. Guida ai ristoranti dove mangiar sano

GUIDA AL BIO ok

Amate mangiar sano e di qualità, senza mettere da parte il gusto? Nessun problema, a Bologna le proposte bio sono tantissime. Ecco una mini guida con i ristoranti, locali e fast food biologici e vegetariani tra i più noti, per qualità e varietà delle proposte, del centro di Bologna.

In via degli Albari 4a si trova il CENTRO NATURA: 120 metri quadrati dedicati al benessere e al mangiar sano. Oltre una palestra dove poter praticare diverse discipline orientate al rispetto della persona e ad un’oasi di relax con sauna, è presente anche un ottimo ristorante biologico e vegetariano self service. I prodotti sono freschi e di stagione, le combinazioni equilibrate e i cibi poco raffinati.  Ogni giorno c’è anche un menù vegan, mentre ogni pomeriggio, dalle 15 alle 19, spuntini dolci e salati, tè e tisane.

Sempre nel centro di Bologna, ma in via Fratelli Rosselli 18, ad aspettarvi c’è ZENZERO, con un menù sano ma stuzzicante, che sarà in grado, ogni volta, di stupirvi. A pranzo propone un piatto unico e veloce, si può scegliere tra due primi, tre secondi e due contorni, mentre a cena il menù è alla carta: dagli antipasti come la parmigianina di melanzane o le verdure in tempura, i primi fatti in casa, i secondi come le scaloppine di seitan all’arancia e ginepro o il tofu alla piastra con verdure di stagione. I vini sono prevalentemente della zona, birra di farro o senza glutine,  tè verde o bancha , tisane e centrifugati. Ad accogliervi ci saranno Nadia e Marco, i titolari, che dal 2008 mettono in campo la loro più che decennale esperienza nel mondo del bio.

A proporre esclusivamente prodotti bio e del commercio equo-solidale è anche ESTRAVAGARIO, che si trova in via Mascarella 81, nel cuore della zona universitaria. Nell’area bar trovate caffè, tè, infusi, bibite, succhi, ma anche centrifugati di frutta e verdure fresche, frullati al latte, allo yogurt o vegani. E ancora snack di produzione propria, frutta e macedonia e dolci al cucchiaio. Per il pranzo, i piatti variano ogni giorno ed è sempre presente almeno una proposta vegana. In ogni caso, non vengono mai utilizzati carni, pesci e loro derivati. Tra le specialità segnaliamo girelle ripiene, cous cous, timballi di riso, ma anche scaloppine di seitan, strudel di verdure e formaggi e preparazioni a base di erbe. Ma non chiamatelo solo ristorante, perché Estravagario è anche un luogo d’incontro, di relax e di lettura, grazie ad un angolo dedicato al bookcrossing.

Tra le proposte bolognesi, troviamo poi , in via petroni 9c, ALCE NERO-BERBERÈ: un ristorante, che è anche pizzeria e bottega, nato dall’incontro tra il successo del ristorante Berberè e gli alimenti bio di Alce nero. I piatti sono a base di carne e pesce ma sempre accompagnati da una ricca proposta vegetariana. Una cucina che valorizza in particolar modo cereali, risi e grani antichi come farro e Senatore Cappelli. Un altro punto di forza è sicuramente la pizza light, preparata utilizzando esclusivamente la pasta madre, ottenuta dalla fermentazione naturale della farina attraverso gli zuccheri della frutta per 24 ore in un ambiente a temperatura costante, ma anche differenti farine macinate a pietra, dalla segale, al kamut, fino al farro. L’impasto è leggero, ricco di fibre e altamente digeribile.

Non può mancare poi anche il noto ristorante della catena di supermercati bio NATURASÌ, in via Po 3, che utilizza esclusivamente prodotti biologici, variandoli in base alla stagionalità.

Siete di fretta e volete mangiare un panino al volo? Nessun problema, ci ha pensato CENTO3CENTO VEG di via Centotrecento 12/a, un vero e proprio fast food biologico. Troverete panini vegetariani con condimento a scelta (salse, verdure fresche e alla piastra, formaggi e sottoli), hotdog e affettati vegan, fino ai vegburger, al tempeh e al tofu. Da Cento3cento Veg ci sono anche le prime patatine fritte biologiche e un’ampia scelta di birre bio e artigianali.