Il caffè..quello buono

Un sorpresa per noi una sorpresa per te
18 Dicembre 2018
5 cattive abitudini che rovinano il sonno
1 Febbraio 2019
Show all

05Cosa succede nella vita di un albergatore?

Succede che inventano internet, che iniziano le truffe web, la concorrenza dei b&b o ancor peggio di airbb, ( lo scrivo male intenzionalmente) ,delle recensioni, ma peggio di tutti succede che arriva il cliente che ti critica il caffè.

Noi ci teniamo molto al caffè, tanto da aver ristrutturato una vecchia Faema E61 di mio nonno, di aver scelto una delle 10 migliori miscele d’Italia (fonte Guida l’Espresso).

Oggi riepilogo gli step per fare un buon caffè con la moka di casa.

Riempire la base con acqua fredda* fino al livello della valvola e non oltre. Inserire il filtro
Riempire completamente il filtro di caffè macinato per moka, ma senza pressare la polvere
Assicurarsi che filtro e guarnizione di gomma siano al loro posto.

Avvitare strettamente le due parti della moka
Mettere la moka sul fornello. Attenzione: tenere il fuoco basso
Togliere la moka dal fuoco subito, non appena il caffè sale. In questo modo si estraggono solo le parti più nobili del caffè
Mescolare il caffè con un cucchiaino prima di versarlo nelle tazzine
Sciacquare la moka con acqua calda e lasciarla asciugare perfettamente prima di riavvitarla.

*teorie affermano di usare acqua tiepida per ridurre i tempi di preparazione ed evitare che il cafè brucii.

io preferisco questa.

Come riconoscere quello buono

Il caffè fatto con la moka non ha certo la consistenza densa e cremosa dell’espresso, ma non deve neppure essere troppo acquoso. Il primo segnaleche si sta per bere un buon caffè lo si trova comunque nell’aria. Se mentre esce emana un buon profumo, allora vuol dire che si è sulla strada giusta. Un altro elemento da tenere sotto osservazione, mentre è ancora sul fuoco, è il colore. Il primo liquido deve essere molto scuro, poi, una volta tolto dal fuoco, deve uscire anche un po’ di schiuma, color nocciola o anche più bruna, a seconda dalla miscela che si è deciso di utilizzare. Mentre lo si versa, se la cascata è trasparente, vuol dire che è stata messa troppa acqua.

Anche il colore del caffè una volta nella tazzina dipende dalla miscela: se questa è un 100% Arabica sarà più chiaro, se, invece, è un mix di Arabica e Robusta, sarà un po’ più marrone, ma comunque la tinta deve avere una sua consistenza. Prima di berlo, conviene fare ancora un ultimo controllo, ovvero verificare, facendo ruotare la tazzina, se sul fondo c’è un residuo abbondante di polvere. In questo caso vuol dire che la miscela era troppo fine, o che il filtro non era stato pulito con attenzione o, infine, che è ora di cambiarlo.

Comments are closed.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi